News Feed Update: più rilevanza al tempo di permanenza sui post

spending time

Facebook continua costantemente ad aggiornare l’algoritmo che regola il News Feed ed introduce un nuovo indicatore per valutare l’interesse generato dai contenuti che leggiamo: il tempo speso per la visualizzazione delle notizie.

Finora i principali fattori considerati per stabilire quali contenuti evidenziare nel News Feed sono stati like, commenti e condivisioni. Ci sono casi però per i quali questi fattori possono rivelarsi insufficienti. Le persone possono ad esempio essere interessate alle notizie su un grave evento in corso senza voler necessariamente interagire commentando o facendo like. Sulla base di questa constatazione Facebook ha aggiornato la classificazione dei contenuti elencati nel News Feed in funzione di un nuovo fattore.

Il tempo di permanenza su una notizia

Grazie ai feedback forniti dagli utenti Facebook ha scoperto che non basta semplicemente misurare il numero di secondi passati a leggere una notizia per capire se quel contenuto risulta rilevante per il lettore. Alcuni possono indugiare dieci secondi perché realmente interessati, altri banalmente perché hanno una connessione internet più lenta. In ogni caso, se le persone trascorrono più tempo su un particolare contenuto rispetto ad altri, questo è da ritenersi comunque un buon indicatore dell’interesse generato.

Facciamo un esempio: state rapidamente scorrendo il vostro News Feed e vi imbattete nella foto di laurea di un amico, seguita dalla condivisione di un post divertente di vostra sorella. Continuando a scorrere, capitate sul post di vostro cugino che parla in dettaglio dell’esperienza di un recente viaggio. Il messaggio comprende anche una foto. Passate del tempo a leggere il suo post e l’interessante discussione apertasi nei commenti circa i migliori ristoranti nei quali mangiare, ma non vi sentite comunque inclini ad interagire. Sulla base del fatto che non siete andati subito oltre quel post e che è rimasto sul vostro schermo per più tempo rispetto ad altri, si può dedurre che eravate realmente interessati a quella notizia e l’algoritmo inizierà quindi a far emergere nel News Feed più contenuti come quello.

Facebook ha già cominciato ad implementare la nuova funzione e continuerà a propagarla nelle prossime settimane. Da quanto si legge nella nota finale del comunicato, questo aggiornamento non impatterà in maniera significativa sulla portata delle Pagine, lasciando intuire che, almeno nell’immediato, avrà effetto solo sui contenuti prodotti dagli utenti.