Fino all’8 Aprile Piani Gratuiti, Sconti del 50% e Trial Estese di ulteriori 30 giorni. Maggiori Informazioni
ATTENZIONE: in seguito al recente upgrade di PostPickr alcune informazioni e/o immagini presenti in questo articolo potrebbero non essere aggiornate.

Quando si deve pubblicare un contenuto contemporaneamente su più canali è importante ottimizzare i singoli post in base al canale social di destinazione. Ecco alcuni esempi su come sfruttare le caratteristiche di Smart Picker e del Review per ottenere un ottimo livello di personalizzazione dei contenuti, senza rinunciare ai benefici dell’automatismo.

1. Usare gli Smart Feed RSS

Supponiamo ad esempio di gestire un classico feed RSS di notizie da un quotidiano online. Dopo averlo importato in Smart Picker come Smart Feed personalizziamo il corpo del messaggio come segue:

personalizza messaggio

L’hashtag #VitaDigitale (e il trattino) aggiunto prima dello smartcode [title] aiuterà i lettori ad individuare l’argomento di cui parla il nostro contenuto, seguito dal titolo della news. Mettendo lo smartcode [description] tra virgolette  applicheremo uno stile “citazione” alla descrizione dell’articolo, che a seconda delle impostazioni del feed sorgente, restituirà il “riassunto” dell’articolo se presente o il suo incipit troncato al numero di caratteri impostato nella sezione “Personalizza messaggio”. Ricordiamo a tal proposito che di default PostPickr aggiunge i classici tre puntini di sospensione subito dopo il troncamento.

Il testo ” – leggi tutto:” aggiunto subito dopo la [description] rappresenta un ulteriore invito a cliccare sul link della news per completare la lettura. Dopo aver salvato il nostro Smart Feed nelle Rubriche otterremo un’anteprima del Review dei post salvati sulla quale agire per migliorare ulteriormente la formattazione del contenuto:

preview

A causa delle note limitazioni legate al numero di caratteri, ottimizziamo il post destinato a Twitter cancellando lo smartcode [description] dal corpo del messaggio. In questo esempio abbiamo personalizzato anche l’hastag e menzionato l’account Twitter della fonte mettendolo tra virgolette insieme a [title], per riprodurre il classico stile di citazione di Twitter:

edit

 

Ed ecco come appare il nostro post dopo la sua pubblicazione su una pagina Facebook, così come impostato direttamente in Smart Picker:

post FB

 

Ecco invece come si presenta il post pubblicato su Twitter, dopo esser stato editato attraverso il Review:

post twt

 

Fino all’8 Aprile Piani Gratuiti, Sconti del 50% e Trial Estese di ulteriori 30 giorni. Maggiori Informazioni