Siamo profondamente dispiaciuti nel dovervi comunicare che da oggi e fino a data da destinarsi, Pinterest non sarà più disponibile tra le piattaforme social gestite da PostPickr.

Non possiamo nascondere la nostra incredulità e sconcerto per questa spiacevole situazione che ha colto di sorpresa noi per primi.

In sintesi, Pinterest ha dismesso l’attuale set di API in favore di una nuova versione, il cui accesso però è riservato solo alle applicazioni che soddisfano i nuovi ambiti d’uso o che siano sviluppate da Partner accreditati.

L’aspetto grave della vicenda è che dopo 6 anni di servizio ininterrotto e pienamente conforme alle policy di Pinterest, l’applicazione PostPickr è stata ritenuta improvvisamente non rispondente ai “nuovi requisti”, senza che sia dato sapere quali essi siano e perché non vengono soddisfatti.

Per chi volesse approfondire nei dettagli, pubblichiamo di seguito la cronistoria di come si è evoluta la vicenda attraverso la corrispondenza email avuta con Pinterest, nello spirito di trasparenza e condivisione che da sempre adottiamo in queste circostanze.

CI dispiace per il disagio, lavoriamo costantemente per mantenere la piattaforma stabile e all’altezza delle vostre aspettative, ma non sempre possiamo controllare o aggirare problematiche che non dipendono direttamente da noi.

Vi assicuriamo che percorreremo tutte le strade che possano condurre al ripristino del servizio il più rapidamente possibile, senza trascurare nessuna opzione. Se avete bisogno di ulteriori chiarimenti, scriveteci qui.

 


 

15 ottobre 2020 – Riceviamo da alcuni utenti le prime segnalazioni relative a problemi di collegamento, autenticazione e pubblicazione su Pinterest. Dopo un’indagine tecnica interna, rileviamo la presenza di errori di autenticazione API ed inviamo la prima segnalazione al supporto tecnico di Pinterest:

 

Pinterest ci risponde segnalando che la versione API utilizzata dalla nostra applicazione è entrata in fase di dismissione e ci invita quindi ad eseguire la migrazione dell’app alla nuova versione V2:

 

 

19 ottobre 2020 – In realtà, come si evince dalla nostra risposta, sapevamo di questa dismissione da tempo ed infatti avevamo già inviato – con largo anticipo – una richiesta di upgrade della nostra app, il cui status nell’area developer risultava ancora “pending”:

 

 

21-22 ottobre 2020 – Pinterest ci richiede di fornire alcune informazioni supplementari per poter proseguire nella fase di upgrade dell’app:

 

 

Il giorno stesso rispondiamo ad entrambe le email fornendo le informazioni richieste.

 

28 ottobre 2020 – Pinterest ci conferma che il processo di revisione è in corso e si concluderà presumibilmente entro 7 giorni lavorativi:

 

 

1-2 novembre 2020 – Pinterest ci comunica di aver rifiutato l’accesso della nostra app alla nuova versione in quanto non soddisferebbe i requisiti ed i casi d’uso richiesti dal loro programma API:

 

 

Ci appelliamo immediatamente alla decisione fornendo le nostre argomentazioni e richiedendo spiegazioni più dettagliate e meno generiche:

 

 

4 novembre 2020 – Pinterest risponde informandoci di aver coinvolto un responsabile del Programma Partner per un’ulteriore verifica del nostro caso:

 

 

11 novembre 2020 – Pinterest conferma di aver definitivamente revocato l’accesso API alla nostra applicazione, senza però fornire nessuno dei chiarimenti richiesti e adducendo motivazioni generiche, legate al nuovo focus su cui si baserebbe il programma.

Contestualmente, ci invita ad applicare al Programma Partner, che a questo punto pare essere l’unica via per accedere al nuovo set di API:

 

 

Ironia della sorte, come PostPickr avevamo applicato al Programma Partner di Pinterest già dal lontano 2018, ottenendo solo questa risposta automatica e nulla più:

 

 

Oggi – Siamo al lavoro per applicare nuovamente al Programma Partner nel migliore dei modi possibile, vi terremo aggiornati attraverso i nostri canali in caso di novità.

 

WordPress Video Lightbox