Google My Business: Guida Strategica per Piccole Imprese Locali

Google My Business è un servizio online completamente gratuito, facile da usare ed incredibilmente efficace, che può aiutare le piccole imprese locali ad aumentare la visibilità della propria attività, attrarre nuovi clienti ed incrementare le vendite.

Con My Business, le attività locali possono intercettare le intenzioni di acquisto dei clienti che risiedono o transitano nei pressi della propria sede, e veicolare azioni di marketing e comunicazione in favore dei propri servizi o prodotti.

L’intento di questa guida è introdurre professionisti ed imprese alla conoscenza e all’uso strategico di questo strumento, in ottica di crescita e sviluppo del business aziendale.

Google My Business: le Opportunità per le Micro Imprese Locali

Con oltre il 70% delle ricerche totali, Google domina incontrastato il mondo delle ricerche sul web, ed è di fatto, lo strumento preferito dalle persone per orientare le proprie scelte di acquisto.

È su Google che le imprese si contendono l’attenzione del cliente, in particolare per la conquista della prima pagina dei risultati, dove la stragrande maggioranza delle persone si aspetta di trovare subito ciò che cerca. 

Il dato interessante è che circa un terzo delle ricerche complessive ha come intento una ricerca locale: in altre parole, una persona su tre utilizza Google per cercare prodotti o servizi vicino alla sua posizione o informazioni riguardanti un luogo specifico.

Non solo: secondo Google i 3/4 delle persone che fanno una ricerca locale tramite il proprio smartphone visita l’azienda nelle prime 24 ore, e quasi un terzo di essi finisce per completare l’acquisto:

Think with Google - statistiche ricerche local

 

A fronte di queste evidenti opportunità, sorprende l’assenza dalla competizione online di milioni di micro e piccole attività locali, dal momento che un terzo di esse non possiede nemmeno un dominio web, e le restanti lo usano principalmente per la posta elettronica (fonte: rapporto Pragma Research-Registro.it).

Di contro, le imprese che sfrutteranno queste opportunità potranno godere di un importante vantaggio competitivo, e a fronte di un impegno strategico minimo, ottenere da subito risultati tangibili.

E Google My Business sarà il loro alleato più prezioso.

Con My Business le attività locali dispongono di uno strumento tanto semplice quanto potente che, se ben gestito, permette di scalare la classifica dei risultati ed apparire non solo nella fatidica prima pagina della ricerca, ma addirittura, come vedremo, con un’evidenza superiore agli altri risultati.

Google My Business: Cos’è e Come Funziona

Tecnicamente, My Business è una piattaforma di gestione della Scheda Attività, un riquadro informativo che appare quando gli utenti eseguono una ricerca locale su Google e su Google Maps:

 

Scheda Attività My Business su Google Ricerca  Scheda Attività My Business su Google Maps

 

Tipicamente, le ricerche locali includono il nome di una specifica località in combinazione con:

Nelle ricerche dirette per brand eseguite da desktop, la Scheda Attività appare a destra (in Google Ricerca) o a sinistra (in Google Maps) dei risultati, in un riquadro a tutta altezza, mentre nei restanti casi viene aggregata in testa ai risultati (dopo quelli sponsorizzati) all’interno di un box chiamato Local Pack.

Nelle ricerche eseguite da mobile invece, le Schede appaiono in testa ai risultati, subito dopo eventuali contenuti sponsorizzati.

Rispetto ai risultati standard della ricerca quindi, Schede e Local Pack godono di maggior evidenza e visibilità.

I contenuti delle schede vengono inizialmente generati da Google, in base alle informazioni pubbliche disponibili sul web. Attraverso My Business però, il proprietario di un’attività può ottenere il controllo della propria scheda o crearne una nuova, se non esistente:

 

Google My Business: reclamare la proprietà di una scheda

 

Per accedere al servizio basta disporre di un account Google e seguire una semplice procedura di registrazione e verifica. Attraverso un pannello di controllo, il proprietario potrà:

  • gestire le informazioni mostrate da Google quando le persone cercano il suo marchio o prodotti/servizi ad esso correlati;
  • rispondere alle persone che pongono domande o lasciano recensioni sulla sua attività;
  • pubblicare foto, video e post di aggiornamento sulle ultime novità, eventi o promozioni speciali in corso;
  • analizzare le statistiche e capire come le persone entrano in contatto con la sua attività.

 

 

Intercettare gli Intenti di Ricerca con Google My Business

Nel mondo fisico, le attività locali utilizzano strumenti come insegne, segnaletiche, volantini, affissioni stradali, totem pubblicitari, etc., per comunicare la propria esistenza e attirare l’attenzione dei clienti che risiedono o transitano in una determinata area.

Nella piazza virtuale di Google invece, le attività appaiono solo in relazione alle ricerche dei clienti e con evidenze diverse.

Attraverso una presenza ottimizzata su My Business è possibile intercettare gli intenti di ricerca e rispondere alle esigenze dei potenziali clienti che si trovano vicini alla propria attività. Ci sono almeno tre tipi di intenti che la presenza di una scheda My Business può soddisfare in maniera imbattibile:

1) Intento di contatto – Persone che già conoscono l’attività e cercano un modo per raggiungerla o contattarla. Le ricerche possono includere l’indirizzo, il recapito telefonico, gli orari/giorni di apertura, etc.:

 

Google My Business: ricerca finalizzata al contatto

 

Come si evince, la presenza di una scheda My Business ottimizzata, restituisce il miglior risultato possibile, sia nella posizione che nell’esposizione, rispondendo all’intento al primo colpo. 

2) Intento di acquisto pianificato – Persone alla ricerca di un prodotto/servizio da acquistare/fruire in una determinata località. Si tratta di acquisti particolari, che necessitano di una fase successiva di approfondimento e selezione:

 

Google My Business: ricerca con intento informativo

 

3) Intento di acquisto urgente e di prossimità – Persone che devono acquistare un prodotto o un servizio nel più breve tempo possibile e nelle immediate vicinanze. Ad esempio, qualcuno che si trova fuori sede ed ha bisogno di una riparazione/sostituzione urgente, oppure risiede nel territorio ma è alla ricerca di un servizio fuori orario o durante una festività:

 

Google My Business: ricerche con intento di acquisto urgente

 

Data l’urgenza ed il tipo di necessità, questa è la ricerca che ha la maggiore probabilità di generare contemporaneamente un nuovo acquisto ed un nuovo cliente.

Come Ottenere il Massimo da una Scheda My Business

Attivare la scheda My Business, ed assicurare alla propria attività una corretta presenza su Google, sarà il primo, indispensabile passo da compiere per poter intercettare (e poi soddisfare) gli intenti di ricerca dei clienti.

Successivamente, si dovrà attuare una strategia di presidio, cura ed aggiornamento che consenta all’attività di apparire nelle prime posizioni e battere la concorrenza.

Ecco una guida completa in 6 punti per creare una presenza su My Business efficace e d’impatto:

1) Curare i Dati Identificativi dell’Attività

È fondamentale che le persone capiscano facilmente chi siete, cosa fate, dove vi trovate e come contattarvi. È importante quindi che le voci disponibili siano tutte compilate, nel modo più accurato possibile:

  • Nome – Inserite solo il nome del brand, evitando informazioni superflue come la ragione sociale completa o la categoria dell’attività, che va specificata a parte. Potete far seguire il nome da un breve claim che contenga le keyword principali dell’attività, ad esempio: “Data Logic – Soluzioni Informatiche per le PMI”
  • Categoria –  Su Google My Business ci sono ben 2.395 categorie disponibili per la scelta. Esaminatele con cura e siate specifici sia nella scelta della categoria principale che di eventuali categorie aggiuntive. Se ad esempio avete uno studio dentistico polifunzionale, non fermatevi alla voce generica “Dentista”, ma prendete in considerazione le alternative “Dentista pediatrico”, “Igienista Dentale”, “Laboratorio Dentistico”, etc.
  • Descrizione – Sfruttate questo campo per presentare la vostra attività più nel dettaglio. Non utilizzate slogan inutili come “Cortesia, qualità, vasto assortimento e prezzi imbattibili”. Avete 700 parole a disposizione per descrivere chi siete, la vostra storia, la vostra personalità e ciò che vi rende unici rispetto alla concorrenza.
  • Indirizzo, telefono, orari di apertura – Verificate che l’indirizzo inserito corrisponda alla posizione sulla mappa (nel caso, potete correggere spostando manualmente il segnaposto). Inserite con precisione gli orari di apertura, i giorni festivi e le chiusure programmate, e soprattutto mantenete queste informazioni sempre aggiornate, in modo che i clienti possano trovarvi nel momento giusto.
  • Link al sito web – A seconda delle attività, potrete inserire un link al vostro sito, o a sezioni speciali come menù, ordini e prenotazioni online. È fondamentale che le informazioni inserite in My Business coincidano con quelle presenti nel sito web. Appartenete al 33% di imprese che ancora non hanno un sito? Con Google potete creare il vostro sito gratuitamente, in pochi minuti e partendo dalle informazioni presenti nella scheda My Business. Per quanto minimal, disporrete comunque di un sito mobile-ready, con dominio personalizzabile, che potrete aggiornare in autonomia sia da desktop che da mobile.
  • Attributi aggiuntivi – Alcune categorie particolari come hotel e ristoranti possono mostrare informazioni aggiuntive, relative ai servizi e ai prodotti offerti (wi-fi, posti all’aperto, aria condizionata, guardaroba, etc.). Aggiungete attributi pertinenti e accurati per mostrare agli utenti la completezza e la qualità della vostra offerta.

2) Curare l’Identità Visiva dell’Attività

È il momento di allestire l’insegna e la vetrina dell’attività, e mettere in bella mostra i prodotti/servizi più importanti:

  • Immagine di Profilo e Copertina – Coordinate l’ immagine su My Business con il resto della vostra identità online, inserendo il logo/marchio ufficiale dell’attività e l’immagine rappresentativa che utilizzate nel sito web e sui social network.
  • Foto e Video – Uno spazio per raccontare visivamente cosa fate, come, dove e con chi lo fate. Inserite foto e video del team, della sede, dei prodotti, degli eventi live oppure contenuti di backstage, informativi, promozionali, etc.

3) Assistere i Clienti e Gestire la Reputazione

La leva di marketing più efficace resta sempre il passaparola spontaneo dei clienti soddisfatti. Assicurate ai visitatori la migliore esperienza possibile, rispondendo ad ogni richiesta prima, durante e dopo l’acquisto:

  • Domande – Attraverso la scheda My Business gli utenti possono porre domande per ottenere ulteriori informazioni o fare richieste specifiche. Rispondete con tempismo, precisione e cortesia a tutte le domande, esattamente come fareste offline. Anche il proprietario ha facoltà di inserire domande e rispondere alla stesse: potreste sfruttarla, ad esempio, per replicare all’interno di My Business le FAQ del vostro sito.
  • Recensioni – Le recensioni sono il parametro chiave usato dagli utenti per orientare la scelta d’acquisto finale. Di conseguenza, più recensioni positive avrete, maggiori saranno le probabilità di concludere una vendita. Per aumentare le recensioni, create un link personalizzato (qui la guida) e condividetelo con i vostri clienti, invitandoli a valutare la vostra attività. Questo ad esempio, è il link alla nostra scheda, siate benevoli! :)

4) Catturare l’attenzione con i Post di Google My Business

La vostra attività si evolve, nascono nuovi prodotti e servizi, vengono lanciate iniziative, nuovi prodotti, servizi, partnership, promozioni, eventi, etc. Attraverso la funzione Post potrete aggiornare costantemente gli utenti sulle attività in corso, direttamente dall’interno della vostra scheda:

 

     

 

Grazie all’evidenza di cui godono all’interno della scheda, i Post di My Business si rivelano un’arma efficacissima per emergere tra i risultati della ricerca.

I Post possono essere pubblicati in formati specifici come “Novità”, “Evento”, “Offerta” e “Prodotto”, e consentono di inserire testi, link, foto, video ed informazioni aggiuntive a seconda delle tipologie di post.

I link esterni possono essere associati ad un pulsante e ad una call to action, a scelta tra “Prenota”, “Ordina online”, “Acquista”, “Ulteriori Informazioni”, “Registrazione”, “Vai all’Offerta”:

 

 

Attraverso un piano editoriale progettato ad hoc, si potrà catturare l’attenzione del cliente e focalizzarla su precisi obiettivi di marketing, all’interno di una strategia integrata con gli altri canali aziendali.

In questi casi, il ricorso a strumenti esterni di gestione può semplificare il processo e ridurre significativamente i tempi. Grazie alla recente integrazione in PostPickr – la nostra piattaforma di gestione dei social media – i contenuti per My Business e quelli social potranno essere gestiti in un unico ambiente e all’interno di un unico calendario editoriale.

Agenzie e consulenti potranno accedere con un click a tutti gli account My Business dei propri clienti e gestirli da un’unica piattaforma, ottimizzando così tempi ed organizzazione. 

Non solo: come già succede per i contenuti social, con PostPickr sarà possibile programmare in anticipo i Post su My Business, cosa che è non possibile fare nativamente, ed assicurare una presenza costante, coerente ed ottimizzata nel medio-lungo periodo.

Si potranno ad esempio creare delle Rubriche corrispondenti alle varie tipologie di Post My Business, nelle quali creare e salvare preventivamente i contenuti, che verranno poi automaticamente pubblicati da PostPickr secondo la programmazione desiderata.

I contenuti dovranno essere brevi, contenere informazioni utili, esortare gli utenti a intraprendere un’azione e includere immagini curate e di qualità. Ecco le raccomandazioni ufficiali di Google per creare Post efficaci ed incisivi su My Business:

  • Vai al punto. Quali sono le tre cose che il tuo cliente deve sapere? Quale prodotto e quale data vuoi che il tuo cliente ricordi?

    “Happy hour! Frullati a metà prezzo ogni venerdì dalle 17:00 alle 18:00.” 

  • Esprimi la tua personalità. Mostra ciò a cui tieni e cosa conta per la tua attività:

    “Alla Pizzeria Da Michele le famiglie sono le benvenute: tutti i bambini mangiano gratis questo fine settimana.”

  • Informa. Indica ai tuoi clienti cosa possono fare. Se vendi un prodotto, mostra come lo possono acquistare:

    “I biglietti hanno un costo compreso tra 60 e 160 € e possono essere acquistati al botteghino a partire dalle 12:00 (EST) di oggi.” 

  • Esalta i tuoi punti di forza. Metti in evidenza ciò che rende unica la tua attività, il tuo prodotto o la tua offerta. Ampia scelta di prodotti? Spedizione gratuita? Mettilo in chiaro nei tuoi post:

    “Spedizione gratuita per ordini superiori a 50 €.”

  • Cogli l’attimo. Sfrutta festività, ricorrenze, anniversari, eventi importanti, stagionalità, etc. per promuovere prodotti o servizi pertinenti:

    “La primavera è arrivata. Sconto del 30% su tutte le infradito.”

  • Cura i dettagli. Assicurati di includere le istruzioni per l’utilizzo, i codici unici o le limitazioni sulle offerte o sulle vendite:

    “Sconto del 10% su almeno 50 euro di spesa. 50% di sconto su vestiti da donna selezionati.”

È importante ricordare che, tranne per la tipologia Evento, i Post restano visibili in primo piano nella Scheda Attività per massimo 7 giorni. Cliccando su un Post attivo verranno comunque visualizzati a seguire anche i precedenti, in formato elenco (da desktop) o carosello (da mobile).

È consigliabile quindi pubblicare almeno un contenuto a settimana, al fine di mantenere la scheda sempre attiva ed attraente. 

5) Analizzare le Statistiche

In che modo i clienti cercano e trovano la vostra attività? Come interagiscono con la vostra scheda? Quali sono i contenuti più visti ed apprezzati? Grazie alle Statistiche di My Business potrete acquisire queste informazioni ed utilizzarle per ottimizzare la vostra presenza:

  • Come vi trovano i clienti – Mostra quanti clienti vi hanno trovato in modo diretto (tramite ricerca basata sul nome o sull’indirizzo dell’attività) rispetto a quelli che vi hanno scoperto (tramite ricerca basata su categoria, prodotti o servizi offerti);
  • Dove vi trovano i clienti su Google – Mostra quanti clienti vi hanno trovato su Ricerca Google o Google Maps, e il numero di visualizzazioni ricevute dalla vostra scheda nell’intervallo di tempo selezionato;
  • Azioni dei clienti – Riporta il numero di azioni eseguite dai clienti nella vostra scheda, suddivise per Visite al sito web, Richieste di indicazioni stradali, Telefonate, e Visualizzazioni di foto;
  • Richieste di indicazioni stradali – Mostra una mappa in cui sono evidenziati i luoghi dai quali gli utenti di Google Maps hanno richiesto più spesso indicazioni stradali per raggiungere la vostra sede;
  • Telefonate – Mostra quando e con quale frequenza i clienti vi hanno contattato telefonicamente utilizzando la scheda su Google;
  • Foto – Mostra il numero di foto associate alla vostra scheda e la frequenza con cui vengono visualizzate rispetto ad attività simili.

Nella sezione Post inoltre, vengono riportate le visualizzazioni e il numero di click ricevuti dai contenuti pubblicati.

Infine, nelle schede sono disponibili dati statistici pubblici come orari di punta, tempi di attesa e durata delle visite. Queste informazioni vengono generate automaticamente da Google in base ai dati di geolocalizzazione disponibili.

6) Espandere la Presenza Online 

Per aumentare ulteriormente la visibilità e raggiungere più clienti potrete avvalervi del servizio AdWords Express integrato in My Business, e creare facilmente delle campagne sponsorizzate

La creazione di un annuncio richiede pochi minuti: basterà indicare il tipo di prodotto/servizio offerto, scrivere il messaggio pubblicitario ed impostare un budget. Google AdWords Express si occuperà di tutto il resto, e pagherete solo per i risultati ottenuti, ovvero le visite al sito web o le richieste di contatto ricevute.

Vantaggi e Benefici di una Presenza Ottimizzata su My Business

Curare ed aggiornare la scheda My Business ha ricadute e benefici indubbi ed importanti.

A cominciare da una questione di semplice opportunità competitiva: sono tantissime le imprese locali che non hanno ancora reclamato la proprietà della loro scheda attività. Secondo Google invece, le attività verificate su My Business hanno il doppio delle possibilità di essere considerate affidabili dai clienti. 

Molte delle attività presenti inoltre, non cura o aggiorna adeguatamente la propria scheda, ed anche questa è un’opportunità preziosa da cogliere.

Infatti, uno dei tre fattori utilizzati da Google per determinare il posizionamento delle attività nei risultati di una ricerca locale, è la cosiddetta pertinenza, ovvero il livello di corrispondenza di una scheda locale con la ricerca di un utente.

Più complete ed accurate saranno le informazioni inserite, maggiori saranno le probabilità di apparire prima dei nostri concorrenti. La sola presenza di foto e video genera infatti il 42% in più di richieste di indicazioni stradali e il 35% in più di clic sul sito web, rispetto alle schede senza foto.

Il terzo fattore di posizionamento, dopo la distanza, è l’evidenza, calcolata in base al livello di notorietà di un’attività (quanto è famosa o popolare), di autorità (in base alle informazioni che Google ricava dal Web) e di reputazione (recensioni e punteggio di Google).

Di conseguenza, maggiori saranno le interazioni, le recensioni e le valutazioni positive ricevute, migliore sarà il posizionamento nei risultati di ricerca. 

Ultimo beneficio, ma non in ordine di importanza, è l’influenza che la scheda My Business ha nel posizionamento generale del sito web collegato. Secondo gli esperti di settore, la scheda My Business è il primo segnale preso in considerazione da Google per stabilire il posizionamento di un sito nelle ricerche: 

 

My Business - segnali per il ranking SEO

 

Conclusioni

La maggior parte delle persone usa il web (ed in particolare Google) per cercare e scegliere i servizi e i prodotti da acquistare, compresi i vostri. Farsi trovare pronti, intercettando queste esigenze prima dei concorrenti, significa aumentare le vendite e conquistare nuovi clienti.

My Business è uno strumento potente ed efficace, che può aiutare le micro e piccole imprese locali a competere al meglio, sfruttando le opportunità offerte da Google e dal web. Rinunciarvi sarebbe come dire “No, grazie” a qualcuno che vi offre una postazione pubblicitaria gratuita all’uscita dell’autostrada più vicina.

A fronte di un minimo investimento in termini di tempo e di risorse, le attività locali possono fare il salto di qualità e, per dirla con le parole di Fabio Vaccarono, AD di Google Italia, «diventare una micro-multinazionale».

Quindi, non perdete l’occasione: it’s Your Business!