Come ottimizzare un Feed RSS WordPress e usarlo al meglio con PostPickr

Scopriamo come ottimizzare il Feed RSS WordPress nativo del nostro blog e come utilizzarlo al meglio attraverso la sezione Fonti di PostPickr. 

————

Pur non essendo tecnologicamente sulla cresta dell’onda, i feed Rss continuano ad essere de facto lo standard utilizzato dai principali siti di informazione e dai blog più popolari per l’esportazione di contenuti Web.

I vantaggi di questo formato di distribuzione sono ben noti:

  • permettono agli utenti di mantenersi aggiornati, ricevendo le nuove notizie direttamente dalla fonte;
  • i contenuti vengono erogati in un formato semplice, veloce ed omogeneo;
  • sono fruibili attraverso molteplici canali come client di posta elettronica, browser web, app specializzate come il famoso Feedly o il più recente Pipes, per finire a tool di social media management come PostPickr.

WordPress, la piattaforma di blogging più usata al mondo, fornisce di default un servizio RSS facilmente configurabile e ricco di opzioni, come la possibilità di ottenere oltre il feed generale dei post, anche quello dei commenti, delle categorie, dei tag o dei post di un autore (qui la guida ufficiale in inglese).

Limiti dei Feed RSS WordPress

Uno dei limiti della tecnologia RSS (e i Feed RSS WordPress non fanno eccezione) è quello di non includere nella struttura base del contenuto l’Immagine in Evidenza impostata per i post.

Di contro, poter mostrare nel feed un’immagine pertinente che dia risalto ai nostri contenuti è un vantaggio non da poco, esattamente come avviene quando curiamo l’anteprima del link per la condivisione sui social network.

Ecco come appare il feed del blog di PostPickr visualizzato attraverso un lettore standard di Feed RSS (in questo caso quello di Mozilla Firefox):

 

Feed RSS WordPress - Lettore Firefox

 

Il lettore di feed RSS di PostPickr, al pari dei più evoluti, cerca di limitare il problema provando a “pescare” un’immagine nell’HTML della pagina, ma – quando ci riesce – potrebbe non corrispondere all’immagine impostata in evidenza.

Ecco infatti come appare lo stesso feed importato e visualizzato attraverso la sezione Fonti > WordPress di PostPickr:

 

 

Per fortuna ci sono delle soluzioni che permettono di risolvere il problema includendo nel feed anche le immagini in evidenza specificate per ciascun post.

Come aggiungere l’Immagine in Evidenza in un Feed RSS WordPress

La soluzione più semplice ed immediata è ricorrere ad un plugin esterno. Tra i vari disponibili, abbiamo scelto e testato Featured Images in RSS w/ Size and Position, uno dei più utilizzati ed apprezzati.

Dopo averlo installato ed attivato, configurarlo è un gioco da ragazzi: basterà cliccare sulla voce del plugin nel menù di WordPress e settare solo poche impostazioni, relative alla dimensione dell’immagine nel feed (consigliamo di utilizzare il formato “medium” o superiore), all’allineamento e alla distanza rispetto al testo:

 

Feed RSS WordPress: configurazione plugin

 

Dopo aver salvato le modifiche, puliamo per sicurezza la cache di WordPress e procediamo subito con un test di visualizzazione. Ed ecco come appare adesso il nostro feed dentro PostPickr:

 

Feed Rss WordPress - visualizzazione corretta in PostPickr

 

Adesso tutti gli elementi del feed mostrano correttamente l’immagine in evidenza stabilita per ciascun post.

Sfruttare il feed ottimizzato con la sezione Fonti di PostPickr

Oltre ai benefici di tipo strettamente visivo, un Feed RSS WordPress ben ottimizzato permette di sfruttare al meglio le funzionalità di importazione dei contenuti presenti nella sezione Fonti di PostPickr.

Una pratica molto diffusa ad esempio, è quella di utlizzare l’immagine in evidenza come foto allegata ai post sui social, in particolare su Twitter, dove l’anteprima del link non gode di molta visibilità (a meno che non usiate le Twitter Card), ma ultimamente anche su Facebook a causa delle modifiche introdotte sulla link preview.

Con un feed ottimizzato che include anche l’immagine in evidenza si potrà quindi sfruttare efficacemente l’opzione “Carica immagine come allegato” presente nelle impostazioni di importazione:

 

 

Grazie a questa opzione tutti i contenuti selezionati manualmente nel feed verranno automaticamente trasformati in post di tipo immagine, per ciascuno dei canali social impostati.

Una funzionalità che risulta particolarmente comoda nel caso si voglia ad esempio importare in blocco una serie di articoli “evergreen” o di una specifica categoria per fare attività di reposting con questa specifica formattazione del post.

A tal proposito ricordiamo che il numero di post visualizzati dal feed dipende dal valore impostato in Impostazioni > Lettura di WordPress, alla voce “I feed visualizzano i più recenti”:

 

Impostazioni di un Feed RSS WordPress

 

La seconda impostazione permette invece di specificare se nel feed verrà mostrato l’intero testo dell’articolo (generalmente in forma troncata seguita dal link “leggi tutto”) oppure il suo Riassunto, se correttamente impostato nell’apposito campo di WordPress:

 

Feed RSS WordPress - Usare il campo Riassunto

 

In assenza di un plugin dedicato (come Yoast), la compilazione del campo Riassunto equivale a quella della meta descrizione del post, utilizzato sia nella visualizzazione del feed che nella preview del link quando viene condiviso sui social.

Anche il campo Riassunto, usato in combinazione con le funzioni di importazioni, può ulteriormente valorizzare il nostro Feed RSS WordPress e automatizzare la fase di creazione dei post social. Date un’occhiata a questo esempio di importazione:

 

 

Supponiamo di voler importare in blocco una serie di contenuti che abbiamo selezionato manualmente all’interno del feed. Questi contenuti verranno pubblicati su una pagina Facebook e visualizzeranno l’immagine in evidenza dell’articolo come foto allegata al post.

Recheranno nel corpo del messaggio l’hashtag “#OldPost” seguito dal contenuto della meta descrizione del link (nel nostro caso corrispondente al Riassunto impostato in WordPress), che in fase di pubblicazione sostituirà lo smartcode [description]. Inoltre, alla fine del messaggio verrà aggiunto il link all’articolo del blog, accorciato attraverso Rebrandly.

E questo è il risultato ottenuto dopo l’importazione in PostPickr:

 

 

Basta davvero una manciata di minuti per svolgere l’intera procedura e salvare decine e decine di contenuti (anche su più social contemporaneamente), perfettamente formattati ed immediatamente programmabili attraverso le Rubriche.

Ovviamente questa attività si può applicare proficuamente anche in ottica di content curation con siti e blog di terzi, laddove i rispettivi feed rispondano ai requisiti su descritti.

Siete pronti a sfruttare al massimo (e con un tocco di stile) i vostri Feed RSS WordPress? Attendiamo l’esito dei vostri esperimenti nei commenti!