Fare repost su Instagram con PostPickr

cover-post-020

 

Sharing is caring!

Condividi. Share. Retweet. Repin. Reblog. Inoltra.

Alzi la mano chi di voi non usa quotidianamente almeno una di questa funzionalità sui social network. Senza dubbio, la pratica di condividere contenuti dagli account che seguiamo è una delle principali attività svolte sui social media, grazie a funzioni già presenti e perfettamente integrate in ciascuna piattaforma.

Eppure c’è un illustre social network che fa eccezione a questa consuetudine. Come i sui 500 milioni di utenti attivi sanno, su Instagram non è possibile condividere nativamente immagini postate da altri utenti attraverso il proprio account.

Non ci soffermeremo in questa sede sui motivi alla base di questa scelta, piuttosto ci interessa evidenziare come col tempo, gli utenti abbiano chiaramente dimostrato di “soffrire” questa mancanza, tanto da escogitare ed applicare soluzioni in grado di aggirare l’ostacolo (analogamente a quanto successo agli esordi di Twitter).

Instagram Reposting: cos’è e come funziona

Tecnicamente il Repost (o Regram) su Instagram consiste nel catturare l’immagine di un post dal feed e di ripubblicarla sul proprio account, inserendo nel messaggio la menzione/citazione dell’autore. Il processo può essere manuale o eseguito attraverso alcune app dedicate a questa specifica funzione.

Per molti utenti e brand presenti su Instagram l’utilizzo del reposting è centrale nella strategia di comunicazione, a partire proprio dall’account ufficiale @Instagram, che quotidianamente seleziona e ripropone i migliori contenuti postati dagli utenti.

Del resto i vantaggi di questa pratica sono evidenti.

Pensate ad un’agenzia che organizza eventi, e a quanto prezioso possa essere ricondividere i contenuti generati durante il loro svolgersi. O per un brand, rilanciare i post o le immagini nel quale viene menzionato o rappresentato. O per un gruppo multi-marca, poter sfruttare la propria rete per condividere i contenuti di ciascun brand in dotazione.

Buone pratiche ed aspetti legali

In assenza di una funzione di condivisione nativa, diventa importante non solo adottare la buona pratica di citare/menzionare/taggare l’autore del contenuto originale, ma cercare di ottenere anche un consenso preventivo alla sua pubblicazione.

Nel merito, le Condizioni d’Uso di Instagram parlano chiaro:

(Diritti) 4. L’utente afferma e garantisce: […] (ii) che la pubblicazione e l’uso dei Contenuti sui Servizi o tramite essi rispetta, non abusa o trasgredisce i diritti di terzi, inclusi, a titolo esemplificativo, il diritto alla privacy, i diritti di pubblicità, i copyright, i marchi commerciali e/o eventuali diritti di proprietà intellettuale;

Chiarito quest’ultimo importante aspetto, andiamo a vedere come potrai gestire facilmente tutto il processo grazie al tuo Social Media Assistant :)

Scoprire contenuti e ripostarli su Instagram con PostPickr

Il modo migliore per fare reposting con PostPickr è sfruttare le funzionalità offerte dalla sezione Fonti, che ti permetterenno di fare contestualmente sia content discovery che reposting.

Dal Menù Principale, clicca su Fonti e scegli la voce Importa dal menù a discesa. Successivamente, nella strip delle Fonti, clicca sull’icona di Instagram:

 

fonti-importa-ig

 

Per Instagram hai la possibilità di importare i contenuti di uno specifico account oppure effettuare una ricerca per hashtag o parola chiave:

 

importa-da1

 

Inserisci nell’apposito campo un  nome utente o un hashtag/parola chiave oppure clicca sull’icona della Cronologia per caricare un feed già consultato. Infine clicca sul pulsante celeste Importa:

 

hasthag

 

PostPickr ti mostrerà il feed dei risultati:

 

feed-dei-risultati-2

 

Clicca sull’anteprima delle immagini per visualizzare l’ingrandimento del contenuto in modalità lightbox:

 

lightbox-full2

 

Clicca sulle frecce di navigazione per scorrere in avanti e indietro il feed. Quando hai individuato un contenuto interessante, clicca sull’icona Condividi:

 

dettaglio-navigazione-condividi

 

PostPickr aprirà contestualmente il Post Editor con il link al contenuto ed il testo originale del post già pre-caricati:

 

post-editor4

 

Per completare la procedura, scegli un canale Instagram sul quale ripubblicare il contenuto:

 

scelta-canale

 

Personalizza il testo del post ricordandoti di inserire la menzione all’account dell’autore, che potrai facilmente copiare dal campo descrizione dell’anteprima del link

 

testo-formattatoaccount-autore

 

Questo è anche un buon momento per contattare preventivamente l’autore, nel caso tu non disponga di un’autorizzazione preventiva. Cliccando sul link nel box di anteprima potrai aprire il post originale in una nuova scheda del browser e, ad esempio, commentare chiedendo il permesso di ripubblicare il contenuto:

 

commento-autorizzazione2

 

Torna sul Post Editor e nel box di anteprima del link clicca sull’icona Usa immagine di anteprima come allegato del post: 

 

icona-carica-allegato

 

L’immagine originale verrà catturata e caricata nativamente nel post (adesso puoi anche rimuovere il link sorgente, dal momento che su Instagram non produrrebbe nessun effetto):

 

immagine-caricata

 

Hai finito: non ti resta che seguire la consueta procedura e schedulare il tuo repost su Instagram! 

Gestire i contenuti in attesa di autorizzazione

Un buon sistema per gestire i post in attesa di approvazione è quello di utilizzare una Rubrica ad hoc, destinata unicamente a raccogliere i post “in transito”.

Una volta ottenuto dall’autore il permesso di ripubblicazione, ti basterà individuare il post in questione ed utilizzare la funzione Riusa per pubblicarlo subito o programmarlo singolarmente, oppure Modifica Post > Cambia Rubrica per spostare il post in coda ad una Rubrica già programmata:

 

modifica-riusa-post-rubrica

 

Sempre in tema di buone pratiche, ricorda anche di taggare l’autore nella foto prima della pubblicazione definitiva tramite l’app Instagram:

 

tag-da-ig2

 

Ed in particolare di tornare sull’app mobile di PostPickr e di confermare l’esito della pubblicazione, così da mantenere traccia nell’archivio dei post pubblicati:

 

conferma-pubblicazione

 

E per voi, quanto è importante il reposting nella strategia di comunicazione su Instagram? Che tecniche utilizzate? Diteci la vostra nei commenti al post e nel frattempo… happy reposting a tutti! :)